Come creare un sondaggio online

doodle

Spesso, prima di prendere una decisione che valga per tutti, abbiamo bisogno di proporre alcune domande ai nostri studenti,  per conoscere le opinioni e i gusti di ciascuno, per sondare l’effetto di un’attività… Un sondaggio, in questi casi, è l’ideale; per giunta non è certo un’impresa crearne uno da sottoporre ai nostri destinatari: numerosi sono infatti i servizi presenti in rete che ci offrono questa opportunità gratuitamente .

Segnalo questo articolo, dove troverete indicati i migliori:

  • moduli di google
  • doodle
  • survio
  • 99 polls
  • facebook messenger
  • survey monkey

survio

 

 

Come scaricare un video della RAI

Spesso la scarsa o problematica connettività nelle nostre aule rende difficoltosa la fruizione di materiali della rete, per esempio la visione di un video.

Una soluzione è costituita dalla possibilità di scaricare il video per poterlo visionare offline. Semplice con YouTube o VIMEO, molto problematico con i video della RAI.

Tuttavia, usando PLASTYLINK la soluzione è a portata di mano: i video della RAI si possono scaricare.

Vai su PLASTYLINK e prova

 

Carta del Docente: nuova piattaforma

Da: La Tecnica della Scuola

La piattaforma digitale S.O.F.I.A. – Sistema Operativo per la Formazione e le Iniziative di Aggiornamento dei docenti (sofia.istruzione.it), realizzata dal Miur per la gestione della formazione, è disponibile da oggi per tutti i professori.

S.O.F.I.A. – come si legge in una nota del Ministero dell’Istruzione – consentirà di gestire l’offerta di formazione attraverso una procedura di accreditamento dei soggetti interessati, svolta completamente on line. Inoltre, la piattaforma permetterà di catalogare, a cura degli enti di formazione, le iniziative formative che si intende proporre al personale docente su tutto il territorio nazionale, come previsto dalla Direttiva n.170/2016.

COSA PREVEDE LA PIATTAFORMA – Le insegnanti e gli insegnanti potranno iscriversi direttamente attraverso la piattaforma (…)

Leggi tutto

Una riflessione sull’uso dei social da parte delle scuole

Per la riflessione, un articolo (“vecchio” ma forse sempre stimolante) tratto dalla rivista BRICKS, dal titolo: Siti sociali e sito della scuola: relazioni pericolose?

 

(…) Ora, la scuola non può più fingere che si tratti esclusivamente di un fenomeno di costume, estraneo ad ogni valenza didattica o ripercussione educativa, e non può farlo per due serie di motivazioni, una relativa agli aspetti positivi del social, l’altra, doveroso ricordarlo, proprio in stretta relazione con quelli che sono gli eventuali pericoli e influssi negativi (…)

 

(…) Perché il sito di una scuola dovrebbe avere una funzione che comunica gli aggiornamenti via Twitter, o rimandare a una pagina su Facebook, o segnalare la possibilità di iscriversi a gruppi o mailing list generali o tematiche gestite dall’istituto? Banalmente, perché è comodo e veloce per raggiungere un pubblico interessato e connesso. Se sostituisce carta e telefonate è anche economico. In tempi di crisi, una manna per il bilancio (…)

 

Per leggere tutto l’articolo clicca qui

Convegno a Firenze

firenze.JPG

 

Nasce CONDIVIDO

E’ nato  CONDIVIDO, il Manifesto della comunicazione non ostile.

“Condivido” è un progetto educativo promosso da Parole O_Stili e rivolto a genitori, docenti e giovani studenti della scuola secondaria che vuole promuovere l’utilizzo di linguaggi non ostili in Rete.

Quando scrivi su Internet, pensa prima di scrivere.

Per saperne di più clicca sui materiali qua sotto:

qui e qui 

 

Una riflessione interessante

ischool

Di Alex Corlazzoli – 9 maggio 2017

Basta con la lezione frontale, Indire presenta la sua ricerca e lancia l’appello: architetti e maestri unitevi!

Immaginate per un attimo di trovarvi in una scuola dove non esiste la cattedra, dove i banchi non sono divisi uno ad uno o a ferro di cavallo ma sono disposti stile atelier per dipingere e lavorare in gruppo. Ora pensate ad un uno spazio relax in aula, a dei bagni fatti per sperimentare e apprendere i concetti di quantità, a degli attaccapanni ricavati da rami di albero. Ancora provate a immaginare una scuola accogliente, con uno spazio per parlare, per stare in silenzio, per giocare liberamente, magari anche con un giardino che accoglie. Un edificio che è usato anche la sera dall’intera comunità, uno spazio che diventa civic centre. Ecco la scuola del futuro. Attenzione: non un sogno ma un cantiere che l’Indire.

Per leggere tutto l’articolo clicca qui

Seminario ad Olbia

Segnalo un evento interessante, rivolto ad Animatori Digitali, Membri dei Team per l’innovazione e Dirigenti Scolastici, che si svolgerà ad Olbia il 19 e 20 maggio 2017: Seminario “Innovazione e formazione digitale”

  • venerdì 19 maggio dalle 15,00 alle 19,00,
  • sabato 20 maggio dalle 9,00 alle 13,00.

Per le informazioni si allegano: