Una riflessione sull’uso dei social da parte delle scuole

Per la riflessione, un articolo (“vecchio” ma forse sempre stimolante) tratto dalla rivista BRICKS, dal titolo: Siti sociali e sito della scuola: relazioni pericolose?

 

(…) Ora, la scuola non può più fingere che si tratti esclusivamente di un fenomeno di costume, estraneo ad ogni valenza didattica o ripercussione educativa, e non può farlo per due serie di motivazioni, una relativa agli aspetti positivi del social, l’altra, doveroso ricordarlo, proprio in stretta relazione con quelli che sono gli eventuali pericoli e influssi negativi (…)

 

(…) Perché il sito di una scuola dovrebbe avere una funzione che comunica gli aggiornamenti via Twitter, o rimandare a una pagina su Facebook, o segnalare la possibilità di iscriversi a gruppi o mailing list generali o tematiche gestite dall’istituto? Banalmente, perché è comodo e veloce per raggiungere un pubblico interessato e connesso. Se sostituisce carta e telefonate è anche economico. In tempi di crisi, una manna per il bilancio (…)

 

Per leggere tutto l’articolo clicca qui

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...